UN ALTRO ANNO SE N’È ANDATO

Un altro anno si sta chiudendo e come ogni anno tiro le somme, mi guardo indietro e faccio un bilancio sulla mia vita! Verifico se ciò che ho realizzato ha centrato i miei obiettivi, se i miei sogni si sono concretizzati. Sento il bisogno di bearmi per qualche secondo dei miei successi, ma anche di capire come gestire le sconfitte, come comportarmi in situazioni che mi hanno destabilizzato, per non dovermi ritrovare nella stessa condizione e non sapere come comportarmi. Un altro anno se n’è andato, è stato ricco di soddisfazioni, ma non senza lasciarmi un po’ ferita e malinconica, nonostante le gioie e i malumori cerco di trovare nuovi obiettivi da raggiungere, con entusiasmo e un pizzico di positività, che non guasta mai!

Se mi guardo indietro, dal primo di gennaio del 2021 alla fine di questo 31 dicembre 2021, vedo tante cose belle che sono arrivate portando gioia e soddisfazione personale. Alcune se ne sono andate lasciando un po’ di malumore e qualche riflessione di troppo. Altre sono in fase di lavorazione e altre ancora in fase di progettazione, creando in me una sorta di eccitazione. Ma andiamo con ordine!

Un altro anno se n’è andato: un inizio scoppiettante

Questo 2021 è iniziato e come tutti gli anni ho tirato fuori il mio irrefrenabile entusiasmo e mi sono ripromessa di centrare alcuni obiettivi. Se ci sono riuscita? Alcune cose le ho realizzate come era mio desiderio! Non senza fatica! Fin dai primi giorni di questo anno, oramai alla fine, ho cominciato a organizzarmi per realizzare uno dei miei sogni chiusi nel famoso cassetto. Fare progetti è stimolante, realizzarli è assai appagante, è questo che ci mantiene vivi!

Un cassetto pieno di sogni

Svolgo un lavoro che ad essere proprio sinceri non mi piace affatto, non mi gratifica come vorrei, ma ehi, necessità fa virtù, e contribuire all’andamento familiare non mi pesa se è per una buona causa. Ho sempre desiderato fare qualcosa che mi piacesse davvero, che appagasse il mio personale ego e che ovvio, contribuisse a realizzare una delle mie passioni: la scrittura e la lettura. Così, ho tirato fuori uno dei miei sogni da dentro il mio personale cassetto et voilà, è nato il mio blog! Per tutti gli altri sogni, rimasti ancora irrealizzati, sono in un totale “work in progress”, piano piano riuscirò a renderli reali!

Un altro anno se n’è andato: una giornalista mancata

Il forte desiderio di creare qualcosa che centrasse la mia passione, ha fatto sì che nascesse il mio blog, questo blog! Era da tanto tempo che desideravo farlo. Sono stata redattrice in alcuni blog di recensioni di romanzi diverso tempo fa e collaborare con loro non solo è stato stimolante e divertente, ma mi ha dato la possibilità di scrivere, mettere nero su bianco la mia idea, la mia impressione su ciò che penso delle mie letture o di qualsiasi altro argomento. Dopo essere uscita dalla scuola ho vinto il concorso per entrare in quello che oggi viene comunemente chiamato IUSM (ex ISEF) inseguendo uno dei miei primi amori: lo sport. È lì che durante un corso di giornalismo sportivo si è riaffacciata la mia passione per la scrittura. Leggere e scrivere sono due attività che hanno avuto sempre largo spazio nella mia vita, fanno parte della mia natura.

Purtroppo mio padre era contrario che intraprendessi una carriera da giornalista, sosteneva che era un ambiente difficile per una donna, troppi uomini mi avrebbero ostacolata. Chissà, forse a quei tempi aveva ragione, così ho lasciato perdere! La mia passione è rimasta!

Scrivloconleparole.com

Attraverso il mio blog riesco a liberare la mia creatività, quanto mi piace scrivere quella che è la mia personale idea su ciò ho deciso di leggere, dal momento che riesco a leggere più di quattro romanzi al mese. Oppure quello che penso di alcuni argomenti di cui ho deciso di parlare! Sono una grande amante delle belle citazioni, così ho creato una pagina che racchiudesse quelle a cui mi sento vicina o che in qualche modo mi danno modo di riflettere. Inoltre ho voluto una pagina per i miei romanzi: le storie di mia fantasia che ho creato fino ad oggi. Non è stato facile raggiungere questo obiettivo e in alcuni momenti ha messo in discussione tutto, anche la mia enorme pazienza!

Mi sono documentata, ne ho parlato con la mia vecchia redattrice, mi sono anche iscritta ad un corso di formazione, infine ho scelto di farlo realizzare da professionisti del settore e grazie a loro il mio blog è esattamente come lo immaginavo nella mia testa. Non l’ho fatto per pigrizia o per mancanza di abilità, ciò che non avevo a mia disposizione era il tempo, e avrebbe rallentato il mio sogno di parecchio. Il blog mi ha dato tante soddisfazioni quest’anno, con mia grande sorpresa mi seguono e ne sono davvero contenta! Sicuro è stato un successo, un obbiettivo andato a segno!

Un giudice inflessibile

Una cosa sorprendente che mi hanno chiesto di fare quest’anno è stato il giudice in un concorso letterario. La presidentessa Carmela Gabriele dell’Ass. Luce dell’Arte, che ho conosciuto qualche anno fa, avendo vinto un concorso letterario indetto proprio da lei con un mio romanzo, mi ha contattata e mia ha chiesto una collaborazione. Ne sono stata felicissima. Non è stata un’impresa semplice dare un voto al lavoro di qualcun altro e non è stato nemmeno facile leggere tutti i romanzi, i racconti brevi e i testi teatrali che mi sono stati affidati. Ma diamine se mi è piaciuto! Tanto che alcuni autori scelti da me e dalla presidentessa Carmela Gabriele, sono stati selezionati per un’intervista in questo blog.

La morale della favola? Non solo mi sono divertiva in qualcosa che adoro fare, ma ho trovato delle splendide persone dietro alle loro opere e dei nuovi amici in questi autori! Cosa posso chiedere di più?

Un altro anno se n’è andato: nulla è come sembra

Mi guardo indietro e ritrovo anche qualche delusione! La vita non è tutta rose e fiori, sfortunatamente ci sono anche le spine e accidenti se pungono con dolore! Mi sono trovata davanti degli ostacoli che hanno messo a dura prova la mia sanità mentale, è stato frustrante trovarmi dentro l’occhio del ciclone, io che sono fin troppo accomodante. Superare situazioni scomode ha generato in me malcontento e nervosismo, dal momento che non riesco a scrollarmi di dosso subito le situazioni che mi procurano dolore, insomma mi è costata tanta fatica emotiva e un grande lavoro su me stessa, sicuro ne sono uscita più forte di prima e ora chi mi ferma più!

Un segreto da svelare

C’è troppa gente invidiosa al mondo che vive di felicità effimera e che gode delle sconfitte altrui. Quando percepiscono che la tua vita sta andando bene, che è piena è soddisfacente, fanno di tutto pur di demonizzare ogni buona intenzione, talvolta riescono a mettere in crisi chi lavora sodo per ottenere i propri risultati. Queste persone si ritengono migliori, invece io credo che siano “piccole” e “insignificanti”, tra l’altro poco inclini alla compassione, non possono andare d’accordo con me! La maleducazione, l’assenza di senso civico, l’ignoranza, l’arroganza, la mancanza di rispetto, la prepotenza dilagano in questo mondo così difficile dove vivere. Conosco persone che per sopravvivere cercano di affossare chi gli vive accanto, nascondendo così i loro deficit.

L’opportunismo, le scuse penose, l’indolenza, la superficialità, la sfiducia negli altri, l’approfittarsi della bontà altrui, a questo ci siamo ridotti pur di sentirci migliori, pur di sovrastare un nostro amico o nemico che sia! Vi svelo un segreto: non siamo niente, nessuno di noi, non siamo migliori gli uni degli altri, siamo solo dei numeri che completano il miliardo delle persone nella conta sull’umanità. Per qualcuno siamo tutto e contiamo tanto, per qualcun altro non valiamo la pena, non siamo nulla! Basta solo capirlo e vivremo molto meglio!

Un altro anno se n’è andato: il vaffanculo non esce mai di moda

Io dico basta a tutto quello che mi fa stare male! Ogni anno mi riprometto di alzare la testa e di non sentirmi inferiore a nessuno, ogni anno cerco di crearmi uno spazio tutto mio dove vivere con serenità e poi miseramente fallisco. La colpa è mia lo so, sono troppo buona ed eccessivamente accomodante e sapete a cosa mi ha portato? Ad essere messa da parte, ad essere accusata per cose che non ho mai detto o fatto, a sentirmi dire di non essere abbastanza per qualcuno o per qualcosa! Io dico BASTA alla mancanza di rispetto nei miei confronti, io dico STOP alla maleducazione rivolta alla mia persona, io dico ALT alla falsità e all’ipocrisia, e sapete cosa penso? Che quando qualcuno ci fa sentire inferiori, ci umilia, ci tratta con poca educazione, o ci manca di rispetto dobbiamo reagire e dire: VAFFANCULO!

Anno nuovo, motto nuovo

Con il nuovo anno il mio motto sarà proprio questo! Non ti sto bene? Non ti piace quello che dico, quello che faccio o quello che penso? Bene, quella è la porta, puoi varcarla e andare “affanculo” con passi lunghi e ben distesi! Non sapete quanto sia catartico, motivante, e stabilizzante dirlo, fa bene allo spirito, al cuore a alla mente. Credo sia il commento più severo, e anche parecchio provocatorio, che faccio da quando sono nata ad oggi, ma alla soglia dei 50 anni (li compirò il prossimo maggio) penso di potermi permettere di dire, fare e pensare quello che mi va, se per questo qualcuno si sentirà offeso, bene, può togliermi il saluto, io me ne farò una ragione, non mi servono persone che stanno vicino a me se non mi stimano e non mi portano rispetto!

Se all’occorrenza non mi sentirò gradita in luoghi e con persone, bene sollevo ogni persona dalla responsabilità di dovermi stare vicino, perché io mi allontanerò nell’immediato se c’è qualcuno o qualcosa che non mi fa stare bene! Non voglio più piegare la testa, non desidero più fare finta di niente pur di compiacere qualcun altro!!!

Un altro anno se n’è andato: accettare il meglio e il peggio

Bisogna accettare ciò che non si può cambiare, nessuno di noi è perfetto, rincorrere qualcuno pur di farsi apprezzare è solo tempo perso non rimborsabile. Per questa ragione prima di tutto scelgo me, visto che è con me che devo convivere. Resterò la stessa di sempre: dispenserò amore, gentilezza, comprensione, educazione, rispetto, ecc., ma sarà direttamente proporzionale a quella dispensata alla sottoscritta e viceversa, d’altra parte stare male per chi non lo merita non ne vale la pena! Indistintamente tutti noi meritiamo il meglio, e se per il meglio vuol dire lasciare andare chi fa del suo peggio per starci accanto, allora facciamolo! Avere accanto persone che avvelenano la nostra vita non è saggio! Vogliamoci bene, è un passo sicuro verso la serenità!

Progetti e sfide!

Ho deciso che durante il 2022 farò un nuovo tatuaggio, forse due, magari anche tre, ho rimandato per troppo tempo a causa del Covid, che ha stravolto fino all’eccesso le nostre vite in ogni modo possibile! Sto buttando giù la bozza di un nuovo romanzo e presto dovrei riuscire a pubblicarne un altro in fase di editing. Magari ci scappa anche un’altra giuria, chissà, e poi spero molto altro ancora! Immagino che dovrò affrontare tante sfide, più di qualche problema che mi manderà in K.O. tecnico, ma sono forte e sono sicura che con i miei figli, mio marito e i miei genitori accanto potrò fare qualsiasi cosa! Tutto quello che di bello e buono arriverà io lo accoglierò a braccia aperte, godendomi ogni singolo momento!

Un altro anno se n’è andato: benvenuto anno nuovo

Sono positiva e propositiva per questo 2022, ho giurato a me stessa di scegliere me prima di tutto, in modo da non deludere mai più me stessa e lo farò con qualche buon vecchio “vaffanculo” al mio fianco, dispensarli aiuta, sicuro al 100%. Ho tanto nella mia vita, ho amore incondizionato, ho amici sinceri, e apprezzo ogni giorno che mi viene donato, mi ritengo una persona molto fortunata! Spero di riuscire a resistere, di non mollare davanti a niente, ma soprattutto spero di tirare fuori il meglio di me in ogni occasione, ed è quello che auguro a tutti voi!

BUON 2022

ScriviloConLeParole

lascia qui il tuo commento