SHADOWHUNTERS LA PRIMA TRILOGIA

Shadowhunters – The Mortal Instruments – la prima trilogia di Cassandra Clare è una saga Urban fantasy avvincente e accattivante, una delle mie preferite, ricca di suspense, intrighi, segreti e colpi di scena, una storia che racconta le tradizioni del suo popolo, la loro cultura, le loro usanze! I protagonisti convolti nei fatti narrati sono nephilim, mezzi angeli, e ciò che è il loro contrario: il mondo nascosto che comprende tutte le leggende tra cui vampiri, lupi mannari, fate, streghe e stregoni. È una lettura coinvolgente e molto interessante a chi piace il genere, ma sono convinta che potrebbe piacere pure ai lettori neofiti.

Shadowhunters la prima trilogia: the Mortal Instruments comprende sei libri

Iniziamo con la prima trilogia che include la raccolta, in un solo volume, dei primi tre libri dei sei della saga: Città di Ossa, Città di Cenere e Città di Vetro. La storia narra le avventure di Clarissa Frey, Clary, una neo shadowhunter che deve districarsi in un mondo a lei sconosciuto. La seconda trilogia è composta sempre una una raccolta, in un unico volume, composta da: Città degli angeli caduti, Città delle anime perdute e Città del fuoco Celeste. In questo primo articolo dedicato a questa storia fantastica, in ogni senso, parleremo solo dei primi tre capitoli della saga e non sarà certo facile farlo senza spoilerare, considerato quanto la storia stessa sia ricca di dettagli che la rendono affascinante e che ovviamente fanno la differenza.

“Tutte le storie sono vere”

Shadowhunters la prima trilogia: quando tutto ha inizio

Clarissa Fray – Clary è una sedicenne che vive una vita ordinaria a New York. La sera in cui decide di andare al Pandemonium Club, una discoteca, con il suo migliore amico Simon Lewis, la sua vita prende una direzione strana: all’interno del locale Clary vede tre ragazzi, coperti da Rune tatuate sulla loro pelle, mentre combattono contro un ragazzo apparentemente umano, che viene trafitto da una lama angelica. Del ragazzo rimasto ucciso non rimane nulla. Gli assassini sono in realtà degli Shadowhunters, ossia i cacciatori delle ombre, che solo lei può vedere. Sconvolta da ciò che ha visto, Clary esce dal locale con Simon, ignaro di tutto e tornano a casa in taxi.

Ad aspettare Clary sveglia e preoccupata c’è sua madre, Jocelyn, insieme a Luke, suo amico di vecchia data, che per Clary è come un padre. Nessuno dei due però bada a ciò che la ragazza racconta. Il giorno seguente, Clary viene informata che dovrà trasferirsi per tutta l’estate in campagna con la madre e Luke. Infuriata esce di casa e incontra uno di quei cacciatori in carne e ossa. Dunque non è stata la sua immaginazione, lui esiste davvero! Il biondo affascinante e arrogante è Jace Wayland. Nemmeno lui si sa spiegare come una mondana possa vederlo, dal momento che ha attivato la runa dell’invisibilità.

Chi è Clary, una shadowhunter o una mondana?

Quando Clary rientra, la casa è devastata. E sua madre è scomparsa, al suo posto c’è una creatura mostruosa che la attacca. Lei riesce ad ucciderla, ma purtroppo rimane ferita e perde i sensi a causa del veleno del demone che le entra in circolo. A salvarla ci pensa Jace, che dopo averla trovata svenuta, le disegna la runa di guarigione sul corpo. Sembra proprio che la sconosciuta sia una shadowhunter, così Jace la porta all’Istituto dove il ragazzo vive con Alec e Isabelle Lightwood, i suoi fratellastri, insieme a Hodge Starkweather, il loro tutore. Clary  spaventata da tutta l’assurda situazione, prova a chiamare al telefono Luke, che freddamente le risponde che non vuole avere più nulla a che fare con lei.

Shadowhunters la prima trilogia: la coppa mortale

All’Istituto Clary scopre molte verità che le erano state nascoste. Sua madre era una Shadowhunter ed era la moglie di Valentine Morgenstern, lei è dunque sua figlia! Valentine è uno Shadowhunter con idee malsane che aveva costituito il Circolo, una fazione di cacciatori con la quale voleva purificare il pianeta ponendo fine alla vita dei Nascosti (mezzi demoni come vampiri, streghe e stregoni, fate, lupi mannari, ecc.). Il Conclave (l’assemblea dei Cacciatori) aveva stipulato degli accordi di pace per fare in modo che ciò non accadesse.

Valentine sembra sia tornato per realizzare i suoi piani, ma per poterli attuare deve avere con sé la Coppa Mortale, oggetto sacro per gli Shadowhunters, che Jocelyn anni prima aveva nascosto, per questo l’ha rapita. Col potere della Coppa, Valentine vuole trasformare tutti i bambini del mondo in Cacciatori, così da avere un personale esercito di combattenti a lui fedeli. Il problema è che solo una piccola percentuale di loro sopravvivrebbe a questa trasformazione.

“Amare significava distruggere ed essere amati significava essere distrutti.”

Shadowhunters la prima trilogia: Città di ossa

Città di Ossa è il primo capitolo della saga dove iniziano le avvenutre di Clary  alla ricerca della madre e della coppa mortale. Clary e Jace si recano dai Fratelli Silenti e lì la ragazza scopre di avere la memoria bloccata. A farlo è stato il grande stregone Magnus Bane che per anni ha nascosto i ricordi di Clary dietro suggerimento di Jocelyn.  Intanto Clary e Jace diventano inseparabili e insieme a Simon, Alec e Isabelle incontrano Magnus in occasione di una festa, da lui organizzata, per riuscire a conoscere maggiori dettagli circa la situazione di Clary. Simon alla festa viene trasformato temporaneamente in un topo, Jace e Clary lo portano in salvo dall’Hotel Dumort dove era stato portato. Durante le operazioni di salvataggio i tre ragazzi riescono a fuggire dai vampiri anche grazie all’intervento di un branco di lupi mannari che dicono di volere Clary.

Quando tornano all’Istituto Jace organizza un pic-nic di mezzanotte per festeggiare il compleanno di Clary e i due ragazzi si baciano. Simon li scopre e si arrabbia molto con la sua amica, della quale è segretamente innamorato da molto tempo.

Shadowhunters la prima trilogia: Città di Cenere

Nel secondo capitolo della saga, Città di Cenere, Valentine ha ottenuto il primo strumento mortale: la Coppa mortale. Adesso ha intenzione di prendere il secondo: la Spada dell’Anima e per farlo ha deciso di ricorrere ad un nuovo esercito, quello formato da demoni che possono essere controllati grazie alla Coppa Mortale. All’istituto tornano i genitori di Alec e Isabelle. Maryse, la madre dei tre ragazzi, caccia di casa Jace perché non crede nella buona fede del figlio adottivo, reputandolo una spia di Valentine.

Con l’aiuto di Clary e Luke, Jace riesce ad ottenere un processo al Conclave, la maggiore autorità per i cacciatori, tuttavia l’Inquisitrice Herondale nutre gli stessi sospetti di Maryse riguardo Jace, così le due donne decidono di mettere alla prova il ragazzo sottoponendolo alla prova della spada, il potere della spada fa sì che i cacciatori possano dire solo la verità.

Relazioni complicate

Nel corso della storia si intrecciano diverse relazioni, alcune delle quali potrebbero diventare molto complicate. Magnus Bane comincia a frequentarsi segretamente con Alec. Clary invece deve imparare a gestire i suoi sentimenti per Jace, proprio come Jace che deve cercare di dimenticare quello che prova per la ragazza, dal momento che hanno scoperto di essere fratello e sorella.

Così, ad un certo punto, Clary decide di intrattenere una relazione con il suo ex-migliore amico, Simon. La loro storia procede stabilmente finché non accade uno spiacevole episodio alla Corte fatata Seelie. La regina durante l’udienza per discutere del ritorno di Valenitne, con uno stratagemma ingannevole, fa in modo che Clary mostri per chi batte il suo cuore tra Simon e Jace. Il lungo bacio appassionato che i due innamorati si scambiano non mostra altri dubbi: Clary ama Jace e Simon dalla delusione si reca all’Hotel Dumort (Il covo che funge da casa per i vampiri) e viene trasformato in un non-morto, un vampiro, dunque un nascosto.

Shadowhunters la prima trilogia: Città di Vetro

Nel terzo capitolo della saga, Città di Vetro, Clary scopre che la sola possibilità che ha di rompere l’incantesimo che tiene sua madre in coma è quella di recarsi a Idris, terra nativa di tutti gli Shadowhunters. Lì risiede il potente stregone Ragnor Fell, che sembra essere in grado di risolvere il suo problema. Jace tenta di convincere in tutti i modi la sorella a non andare ad Alicante, capitale di Idris, ritenendola una città poco sicura per lei, ma la ragazza sembra decisa a non cedere e infatti riuscirà a raggiungerla, realizzando un portale grazie alla sua stranissima e speciale dote: quella di creare nuove rune. Il Portale però la fa cadere nel lago Lyn, che ha il potere di uccidere gli Shadowhunters provocando loro terribili allucinazioni. Sarà salvata dalla sorella di Luke.

Ad un certo punto della storia, Clary conosce Sebastian, un ragazzo dalla personalità controversa e ambigua che sembra subito mostrare una strana attrazione per lei.

Shadowhunters la prima trilogia: sangue di demone e sangue di angelo

Clary e Jace si recano alla tenuta di campagna dei Wayland per cercare un libro sotto richiesta di Magnus, nel quale si trova la ricetta dell’antidoto capace di risvegliare Jocelyn. Una volta arrivati, i due ragazzi trovano i diari degli esperimenti di Valentine e scoprono in cantina l’angelo Ithuriel, devastato dalle mutilazioni operate su di lui da Valentine, incatenato e intrappolato da un pentacolo di rune che, prima di morire, rivela loro che Clary possiede sangue di angelo e suo fratello sangue di demone, che inevitabilmente lo porterà a perdere completamente la sua umanità.

Una nephilim molto speciale

Jocelyn viene risvegliata e racconta a Clary tutti i risvolti disumani della sua storia con il padre. Si scopre che Jace non è il fratello di Clary, il vero Jonathan, fratello di Clary è Sebastian e Jace decide di andare a uccidere sia lui che Valenitne. Prima di partire a sua volta per andare a cercarlo, Clary, rivela a tutta la comunità degli Shadowhunters le sue capacità e dà loro un’arma invincibile: crea una runa per unire uno Shadowhunter con un Nascosto e congiungere così i loro poteri in battaglia. Battaglia che si preannuncia dura e con molte perdite!

Che cos’è una mondana? – Una mortale. Una persona del mondo degli umani. Una come te.”

Shadowhunters la prima trilogia: una storia creata con eccellenza

Dall’inizio alla fine c’è stato un susseguirsi di dettagli che costruiscono questa storia fantastica dalle fondamenta in modo geniale e ineguagliabile. L’autrice ci fornisce tutta una serie di informazioni utili per comprendere non solo i collegamenti tra i vari protagonisti, ma soprattutto per capire il significato della terminologia utilizzata, dando la possibilità al lettore di immergersi fino in fondo in un mondo completamente diverso da quello in cui viviamo che ha i suoi usi e i suoi costumi. Quindi capiamo cosa sia un nascosto, un mondano e un parabatai, e anche il significato di tutte le rune che i cacciatori si disegnano sul loro corpo per combattere con maggiori capacità, prontezza e destrezza.

Sarebbe divertente se la finzione superasse la realtà!

Adoro il genere fantasy e proprio per questa ragione ho iniziato questa saga che si è rivelata molto sopra le mie aspettative. Nella trama c’è davvero di tutto! Oltre al soprannaturale, la trama si arricchisce di romanticismo, di sentimenti primordiali come la fedeltà, il rispetto, l’amicizia, la fiducia, ma anche l’orgoglio, la fierezza e molto altro, non è possibile non innamorarsi della storia e dei protagonisti. Tutto ciò affascina e conquista il lettore, peccato che si tratti solo di finzione, sarebbe divertente avere per amico un nascosto o un nephilim e trovarsi coinvolti in una fantastica avventura!!!

ScriviloConLeParole

2 pensieri su “SHADOWHUNTERS LA PRIMA TRILOGIA

  1. Ciao Monica, ma quando ho letto il titolo della tua nuova recensione non posso non commentare se non con una parola M E R A V I G L I O S A …. che dire io la leggerei 100 volte per quanto mi è piaciuta ed ogni volta non mi stanco mai di farlo….ora con la tua recensione mi hai di nuovo invogliato chissà….

lascia qui il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: