KEEP CALM & ANNO NUOVO, VITA NUOVA!

“Keep calm & anno nuovo, vita nuova”: è così che si dice ogni anno quando arriva il momento di salutare il vecchio, con i calici rivolti verso l’alto e le bollicine che addolciscono il conteggio al rovescio, prima di brindare al futuro. Il saluto al vecchio anno porta via un quotidiano vissuto, fatto di obiettivi raggiunti e non, concedendoci la possibilità di abbracciare il nuovo che porta con sé speranza e sogni da realizzare.

Ogni anno, quando arriviamo all’ultimo giorno, inconsciamente e inesorabilmente facciamo un bilancio. Talvolta ne usciamo sconfitti, mentre il più delle volte, dopo aver fatto i conti, ci sentiamo in pace con le scelte che abbiamo fatto, o con le decisioni che abbiamo preso, magari anche per non aver raggiunto un obiettivo, sollevandoci l’umore per aver goduto di un momento che è arrivato così, per caso.

Keep clam & anno nuovo, vita nuova: un oroscopo fasullo

In questo lungo anno il mio oroscopo – quello del toro – diceva che sarebbe stato un anno strepitoso, che sarebbe arrivato tutto quello che desideravo, che sarei riuscita a vedere coronati tutti i miei sogni. Che il duro lavoro che avevo affrontato nel corso del tempo sarebbe stato ripagato. Io dico: “’fanculo agli oroscopi”, dicono un sacco di scemenze e ti pongono nella situazione di credere e sperare. I miei sogni si sono avverati? No! I miei desideri si sono realizzati? No!

Con questo non voglio dire che sia stato un anno funesto, o privo di soddisfazioni… Dico solo che tutto quello che si è avverato, è accaduto solo grazie a me, alla mia tenacia, al mio duro lavoro, alla mia fatica e nulla è arrivato con facilità. Nessuno mi ha regalato nulla e anzi, se ha potuto, mi ha messo addirittura i bastoni tra le ruote. Ciò che ho realizzato è grazie a me, nessuna magia degli astri ha influenzato il mio cammino, che come ogni anno è stato soddisfacente, ma anche in salita! Le difficoltà non sono mancate. Ho incontrato ostacoli con cui ho dovuto lottare fino allo stremo delle forze per poterli superare, sotto gli occhi di chi sperava in un mio fallimento.

Keep calm & anno nuovo, vita nuova: modalità “sorriso on”

Il lavoro in questo 2023 oramai agli sgoccioli, mi ha tenuta lontano dalle cose che amo fare di più. Mi ha stressato tanto che la mia salute ha vacillato in diversi momenti e negli ultimi 6 mesi, quindi più o meno metà anno, ha messo a dura prova la mia mente e indebolito il mio corpo. Ci sono stati giorni in cui la fatica era tanta, riuscire a trovare la forza è stato uno sforzo insormontabile, ma non ho mollato e di questo sono fiera di me, oppure, potrei dire stupida, perché nel mio caso mollare non vuol dire fallire, solo riposare per recuperare energie che finisco sempre troppo in fretta.

Questa è la mia vita, ne ho accettato ogni diabolica sfaccettatura, anche se mi piacerebbe poter fare di più, poter pensare di osare, invece oltre i buoni propositi talvolta non riesco ad andare e in un certo senso è frustrante. La modalità “sorriso on” non mi manca e innescarla è diventato un obbligo, soprattutto per non pesare su chi mi vive giornalmente.

Keep calm & anno nuovo, vita nuova: doppia spunta per un obiettivo

Se butto uno sguardo a questo ultimo anno, con franchezza posso ammettere che di tutti i propositi a cui ambivo, ho tenuto fede solo a uno in particolare che mi premeva: pensare di più a me stessa. Ho scelto me prima di tutto, lo dovevo al grande rispetto che nutro nei miei confronti.

Per troppo tempo mi sono creata una serie di film mentali per cercare di soddisfare le esigenze degli altri, mettendo le mie in disparte. Una generosità che il più delle volte mi ha messa in una posizione di svantaggio e non mi ha mai portato a una vittoria e allora mi sono chiesta se ne valesse la pena di essere succubi dei bisogni altrui a scapito del mio benessere personale. La mia sincera risposta è che non ne vale la pena, mai!

Chi esce e chi entra

Ci sono persone che sono uscite dalla mia vita, e se da una parte mi sono sentita sollevata, dall’altra ci sono rimasta male per il modus operandi. Con ogni probabilità non erano amicizie sane, tuttavia non ero comunque pronta a perderle e all’inizio ne ho sofferto.

Ho cercato di capire quali fossero le motivazioni di determinati comportamenti. Ho compreso solo una cosa, che per quanto io possa cercare motivi in comportamenti o atteggiamenti che non ritengo leali, la questione non cambia ed è inutile perderci tempo ed energie. Sono profondamente convinta che mancasse la volontà per mantenere vivo il rapporto, almeno da una delle due parti. Tuttavia, grazie alla legge della compensazione, nella mia vita sono entrate altre persone che al momento mi sembrano sincere e ne sono felice!

Keep calm & anno nuovo, vita nuova: soddisfazioni di famiglia

A darmi le maggiori soddisfazioni sono i miei due figli. Simone anche quest’anno ha dimostrato di essere un grande atleta e una persona corretta e onesta: ha affrontato grandi e nuove sfide con coraggio e determinazione.  Sono orgogliosa di lui. Sta crescendo troppo in fretta. E mentre cresce fa scelte che lo portano verso nuove direzioni, aprendosi a nuove opzioni che mi spaventano, soprattutto perché la sua forza di volontà è qualcosa che mi lascia in totale apnea sopra un terreno inesplorato.

Anche suo fratello minore, Mauro, che non ne vuole sapere di fare sport, mi ha dato tante soddisfazioni! Ha tanti hobbies che coltiva con passione. È stato così emozionante guardare il cielo di notte con il suo nuovo telescopio. La Luna, Saturno, Giove, costellazioni e nebulose di cui non conoscevo nemmeno l’esistenza e tutto grazie alla sua inesauribile curiosità. Mentre ammiravo il cielo stellato lui mi spiegava con sapienza ogni dettaglio, sembrava di stare a una visita guidata in un osservatorio. Sono fiera di lui. Entrambi mi dimostrano il loro amore in modi che non mi aspetto e questo fa di me la donna più fortunata del mondo. 

Keep calm & anno nuovo, vita nuova: il rovescio della medaglia

Di contro a tutto questo, purtroppo, ho trascurato le mie passioni, mi ero ripromessa di pubblicare cose nuove che sono più o meno pronte da tempo, ma non ci sono riuscita, il tempo è stato tiranno nei miei confronti. I troppi impegni famigliari e lavorativi mi hanno impedito di realizzare diversi progetti. Confido nel nuovo anno. Ci riuscirò? Posso solo dire che mi impegnerò per farlo accadere!

Purtroppo, rispetto ai miei standard ho letto anche di meno e me ne dispiaccio, perché per me è come respirare una boccata d’aria fresca. La lettura e la scrittura sono sempre stati una valvola di sfogo, un mezzo attraverso il quale soddisfo le mie frustrazioni e riesco a vivere più serena quando libero la mia fantasia. Ciò che mi è mancata è stata la concentrazione e di certo la stanchezza ha giocato un ruolo determinante nell’impedirmi di trovare il giusto ritmo per leggere e anche per scrivere. Spero che il nuovo anno sia clemente e mi porti più tempo per le mie passioni. A questo punto ciò che manca è solo lui, il 2024… quindi 10, 9, 8, 7, 6, 5, 4, 3, 2, 1…

BUON ANNO A TUTTI!!!!

ScriviloConLeParole

lascia qui il tuo commento